INSEGNANTE

SARA SEMARAH BUTERA

Sono Sara,
rappresento Semarah Dance , centro culturale per la diffusione della danza del vdanza del ventre comoentre, dove svolgo le attività di insegnante, ballerina e coreografa di danze etniche.

Allieva e collaboratrice di Marina Nour, faccio parte dello staff formazione insegnanti di danze orientali ENDAS CONI della scuola Marina Nour.

Presso Semarah Dance ricopro il ruolo di direttrice artistica e tecnica svolgendo con passione anche le attività di insegnante, ballerina e coreografa.

La femminilità e la sensualità della danza unitamente a movenze dinamiche e fluidità del movimento, fanno della danza del ventre una disciplina incantevole ed esotica che proietta lo spettatore in un’epoca antica dai profumi d’oriente, lasciandolo con sguardo incantato.

Ho intrapreso il mio percorso formativo presso la scuola di Balletto Ambrosiano del Maestro Walter Venditti, primo ballerino del Teatro alla scala di Milano dal 1950 al 1975.

In alcune delle più prestigiose scuole di Milano, ho approfondito diversi stili di danza, dalla Raq Sharqui alla Tribal fusion, tuttavia nel corso degli anni ho sviluppato un interesse particolare verso la Gothic Bellydance, stile che permette di utilizzare i movimenti della danza del ventre sperimentando un’unione tra mimica corporea, tecnica e recitazione.

Ho frequentato con costanza e dedizione stage tenuti da artisti di fama internazionale e mondiale per non trascurare l’utilizzo di strumenti come velo, ali, spada e bastone (saidi).

IL MIO METODO

Amo tantissimo ballare, ma ancora di più insegnare questa splendida danza…

Il mio metodo d’insegnamento è fondato sulla tecnica di scomposizione e controllo muscolare, danzando sia con movenze sinuose che con precise contrazioni muscolari. Alla base di ogni movimento c’è la CONSAPEVOLEZZA nell’utilizzare ogni parte del nostro corpo. Ciò avviene in seguito alla piena comprensione della linea del movimento.

Ogni donna può far emergere la propria personalità attraverso la danza del ventre, particolarmente indicata per valorizzare corpo e spirito, ritrovando spesso la serenità interiore. Ciò distingue questa danza da tutte le altre può essere utilizzata spesso come terapia integrativa per uscire dalla depressione: L’ALLEGRIA non è sintomo di “pochezza”, ma è anzi un ingrediente fondamentale per stare bene, e quindi per DANZARE.

L’IMPROVVISAZIONE

Ogni singola allieva nasconde una potenziale ballerina che potrà ballare per sé stessa o per chiunque altro, ma il mio compito è rendere le mie allieve INDIPENDENTI insegnando a danzare non solo con coreografie ma soprattutto su IMPROVVISAZIONE, tecnica che prevede la conoscenza delle RITMICHE arabe, in modo che si possa danzare con orchestre che suonano dal vivo.

Se eseguita con questa consapevolezza la danza del ventre può subire innumerevoli VARIAZIONI, ed ogni allieva potrà ricercare uno stile personale ed unico: sarà quindi possibile danzare su ogni musica, araba e non, e se la conoscenza della tecnica e del proprio corpo è profonda, sarà possibile “passare” da uno stile all’altro mantenendo comunque la propria individualità.